giovedì 17 maggio 2012

Sugarbox: la nuova scatola che promette di non essere il solito pacco

Care ragazze. Finalmente anche il mercato delle box a sorpresa italiano inizia ad essere più competitivo. Dopo Glossybox e MyBeautyBox arriva anche la Sugarbox.
Dopo la delusione della prima, che per mesi ha proposto prodotti reperibili in saponeria o addirittura al supermercato, ma che sembra vivere un momento di ripresa.... e dopo la delusione della seconda, derivata dal fatto che propone box monomarca e, a volte, persino monoprodotto (vedi la box di soli smalti).... arriva una terza box, la Sugarbox, che in un comunicato stampa promette di (cito testualmente) "non essere il solito pacco". Il costo dell'abbonamento è di 15 € mensili (rispetto ai 14 € delle concorrenti)... ma poco importa l'euro in più se offre ciò che promette ;) E la promessa è di ricevere a casa ogni mese 5 o 6 prodotti di eccellenza (cito di nuovo) "qualcosa di nuovo, di non scontato o di inutile, qualcosa che potrebbe far esclamare, come da bambine, ohhhhh!! Qualcosa che non sia il solito shampoo o il campioncino generico dello shower gel che trovi anche nell'agriturismo fuori città (o sui paper magazine). -OGNI RIFERIMENTO E' DEL TUTTO CASUALE (GLOSSY CON AQUOLINA E IDEA TOSCANA?)- Noi vorremmo stuzzicare la vostra curiosità con prodotti speciali, quelli che usano le celeb, quelli visti nei blogger più postati, o come quelli che vi ha portato la vostra amica, dopo un viaggio a New York, Londra, Parigi...."


Io sono rimasta piuttosto colpita dall'iniziativa... non solo perché promette di offrire un servizio più internazionale (almeno rispetto a Glossy) e più variegato (rispetto a Mybeauty), ma perché nel compilare le schede del profilo solo rimasta piacevolmente sorpresa dalla tipologia di questionario, molto più preciso e "intrigante" rispetto alla prime due. Il questionario si sofferma sulle caratteristiche fisiche (colore occhi, capelli, persino corporatura) passando per domande più tecniche (tipologia di pelle e di capello, problematiche specifiche come acne, arrossamenti) per poi approfondire le preferenze di acquisto del cliente (makeup -di che tipo?, quali prodotti tra ombretti, rossetti...?, quali colori?, quali texture tra matte, shimmer...?, creme -per cellulite? idratanti? delicate?...).... insomma, lo staff di Sugarbox sembra davvero interessato a conoscere le preferenze e le caratteristiche del cliente.
Inoltre nel compilare il questionario ho già ottenuto dei punti (sugardrops) accumulabili per ottenere box in omaggio a altri allettanti servizi.

Ciò che mi ha colpita è stato anche il packaging della box, se vogliamo molto più essenziale delle altre due, ma sicuramente più ecofriendly.


Inoltre Sugarbox offre la possibilità di attivare un abbonamento mensile (15 € al mese), trimestrale (45 € ogni 3 mesi) o addirittura annuale (160 € l'anno).

Il solo problema di questa box sembra quello di essere vittima delle delusioni precedenti. Perché, diciamocelo, le premesse sono ottime e anche le promesse ;) Con basi simili probabilmente l'anno scorso ci sarebbe stata una corsa all'abbonamento... non credete che meriti una possibilità anche lei? Io credo di sì! E penso che se manterrà le promesse, dopo i primi mesi critici in cui i potenziali clienti sondano un po' il terreno, potrebbe prendere definitivamente il volo, affermandosi come unica box. Certo, come dimostrato dalla Glossybox dopo l'arrivo della MyBeauty, un po' di sana competizione è la benzina migliore per correre verso il miglioramento repentino ;)
Perciò restiamo collegate e vediamo chi la spunterà!

Per maggiori informazioni vi lascio qualche link utile:

Per abbonarvi o visitare il sito e compilare il questionario: http://www.sugarbox.it/  
Per contattare lo staff: beautypreview@sugarbox.it


Vi ricordo che il mio giveaway è ancora in corso e per scoprire come partecipare vi basta cliccare qui


1 commento:

  1. Hy beautiful! Love your post! what do u say about following each other?:X

    FashionSpot.ro

    RispondiElimina